Quello che Mantellini non dice

Avrei voluto commentare questo post di Mantellini a proposito della nuova versione del sito del Corriere della Sera, ma al tenutario, bontà sua, deve essergli sfuggito. Si sarà distratto?

Ad ogni modo lo inserisco qui di seguito che magari qualcuno ci capita.

Caro Mante,
come al solito nei tuoi post l’incipit è una una considerazione corretta ma poi parti per la tangente e la conclusione è il solito pippone general generico contro “i brutti, sporchi e cattivi dei piani alti che non hanno capito la Rete”.
Scrivi: “L’impressione è che dietro a simili scelte non ci sia la cultura di rete minima che fa dire a qualcuno ai piani alti dove si decidono le cose davvero importanti, guardate ragazzi, non ci siamo, così non va”
Eppure la presentazione del nuovo sito del Corriere l’ha fatta Daniele Manca, uno che chiamano a fare da speaker al Social Media Week  mica al circolo bocciofili.
E la nuova versione del sito del Corriere era piaciuta anche a Massimo Moruzzi, uno che fino a poco tempo fa citavi (ora un po’ meno, forse da quando ha fatto outing di Grillismo).
Sono queste le persone senza una cultura di rete minima?
Se poi pensi che il problema della cultura minima della Rete sia esclusiva dei piani alti, avvertili direttamente senza giri di parole: hanno un nome, svariate presenze in Rete e nel caso specifico del Corriere li hai anche intervistati.

In alternativa  – come ti ha scritto Domiziano Galia – prova a chiederti se proprio quella”cultura di rete che invece di farti pensare ai contenuti ti fa riempire la home page di michiate” non sia la conseguenza di aver contribuito a creare una genia di Social Media Manager, Digital Marketing Evangelist, So-Tutto-Io 2.0 che della Rete si considerano i Sacri Custodi.

Annunci

4 pensieri su “Quello che Mantellini non dice

  1. Come mi era piaciuta? Dire che il più antico giornale italiano ora sembra un incrocio fra quella stupidata di Pinterest, in cui la ggente fa vedere come arrederebbe casa propria se avesse i soldi, e il Televideo è fare un complimento a Corriere.it? 🙂

  2. Massimo, il punto fondamentale non è l’estetica o i contenuti del Corriere che sono oggettivamente osceni.
    Il punto che volevo sottolineare era l’ennesimo esempio di paraculismo all’italiana, di chi denuncia la magagna ma poi la attribuisce ai poteri forti, a non meglio precisati “piani alti”, al “sistema” che non ha “cultura di Rete”. Salvo poi intrupparcisi ad ogni manifestazione coi poteri forti (http://www.festivaldelgiornalismo.com/speaker/massimo-mantellini) o esserne cooptato direttamente (http://eraclito.telecomitaliahub.it/).
    Una versione in sedicesimo di giornalismo “embedded” che si deve autocensurare per non essere estromesso da quello stesso sistema di potere che vorrebbe denunciare.
    E che è costretto a censurare tutti coloro che si azzardano a portarlo alla luce del sole, come ha fatto pervicacemente Mantellini censurando sia il commento sia il trackback.

  3. in realtà se avessi avuto la pazienza di aspettare qualche ora il tuo commento sul mio blog sarebbe uscito dall’antispam di WP dove purtroppo spesso rimangono incastrati. Quanto al resto non ho molto da dire, specie se non ho la più pallida idea di chi sia la persona con cui sto parlando. In ogni caso in futuro avessi bisogno di un biografo ti faccio un fischio. saluti. p.s. io a moruzzi voglio bene comunque, anche se è grillino 😉

    1. Caro Massimo, continuo a pensare che ti difetta la logica ma in compenso hai una bella faccia tosta.
      Relativatemente alla logica, non si capisce quale è il nesso tra il fatto che non sai chi sono e il volermi rispondere nel merito del commento. Di’ pure che non sai cosa rispondere perchè i fatti raccontano un’altra cosa.
      E poi cosa mi vorresti raccontare, che tu rispondi solo a quelli che conosci?
      Quanto alla faccia tosta, ammesso e non concesso che il commento sia finito nello spam, il trackback era visibile ieri sera 9 maggio e oggi 10 maggio è sparito.
      Hai un antispam con i ripensamenti?
      Comunque ci posto anche questo di commentosul tuo blog. Ma tanto sarà pubblicato solo qui.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...